PDA

View Full Version : Respirare i vapori dei chimici



Roberto
07-08-2011, 03:10 AM
Ieri sera ho stampato le mie prime stampe B/N e, tra le varie piccole difficoltà che ho incontrato ce n'è stata una particolarmente fastidiosa: l'odore dei chimici nelle bacinelle, specialmente il fissaggio è realmente nauseabondo (e anche nocivo mi vien da dire).
Come vi proteggete? Usate mascherine da indossare oppure semplicemente pannelli per coprire le bacinelle piene?

photo8x10
07-08-2011, 05:54 AM
Personalmente sopra la bacinella del fix ho esso un aspiratore in maniera che porti via più fumi possibili e messo in modo che i vapori siano portati nella maggior parte fuori prima che arrivino al mio naso :)
Il problema dell'odore non è dato dal sodio iposolfito o dall'ammonio iposolfito, ma da i componenti aggiuntivi(acido acetico, sodio bisolfito etc etc)
Il sistema funziona, ma non è di risoluzione immediata, potresti invece optare per dei fix odorless, ne ho provato uno della rollei molto buono con emissioni odorose quasi nulle.

Roberto
07-08-2011, 06:14 AM
Ciao Stefano, quello che mi preoccupa di più non è la puzza in se per se (che anzi "sa di argentico" e quindi concorre all'insieme delle sensazioni positive che infonde il processo :) ) , quanto la nocività di queste inalazioni, sia per me che eventualmente per la mia famiglia (che incidentalmente utilizza lo stesso bagno :) ) ..

L'ideale sarebe una CO permanente con sistema di aspirazione lo so, ma al momento non è possibile purtroppo...

Diapositivo
07-08-2011, 06:51 AM
Al momento mi limito allo sviluppo, uso i chimici in diluizione monouso, e non ho problemi di puzza, si sente qualcosa ma fa parte delle regole del gioco. Io preparo la chimica, faccio una o due sviluppate, e poi butto tutto. Se fai cambiare aria e tieni le bacinelle in terrazzo il problema è risolto.

[Con il nuovo kit Rollei C-41 invece sono costretto a riusare sbianca e fissaggio. Ho comprato delle bottiglie ermetiche per questo uso. In effetti dovrei fare lo stesso anche con i chimici E-6 visto che sbianca e fissaggio dovrebbero avere capacità doppia rispetto agli altri bagni. Un paio di bottiglie ermetiche le ho.]

Non ho idea di quanto sia praticabile la soluzione monouso con le carte, ma indagherei in quella direzione. Prepari chimica più diluita, oppure in volume minore come nel caso dei processori rotativi, la "sfrutti al massimo" e la butti subito.

Non ho mai stampato e quindi non ho mai usato i chimici in bacinelle aperte.

Oltre all'aspiratore potrebbe essere utile - se hai spazio in bagno - esaminare l'acquisto di un processore rotativo Jobo, con il quale puoi sviluppare pure la carta. Pare che l'agitazione continua non sia ideale per il bianconero ma potrebbe essere un'occasione per provare anche lo sviluppo colore, una volta che hai fatto l'investimento (ti partono circa €300).

I vapori di quella roba sono tossici, l'aspiratore è fondamentale se usi bacinelle aperte. Non mi preoccuperei troppo della tossicità della "micropuzza" che rimane nel bagno dopo aver smantellato la camera oscura. I fissaggi meno puzzolenti sono certo migliori per i rapporti familiari :)

Roberto
07-08-2011, 07:49 AM
Non ho idea di quanto sia praticabile la soluzione monouso con le carte, ma indagherei in quella direzione. Prepari chimica più diluita, oppure in volume minore come nel caso dei processori rotativi, la "sfrutti al massimo" e la butti subito.


L'odore a cui mi riferivo (e conseguente irritazione agli occhi) è riferito a quello emanato DURANTE il processo. E' chiaro che a fine processo rimetto i liquidi dalle bacinelle alle bottiglie e non lo lascio lì a decantare, ci mancherebbe.
Il problema con le bacinelle è che ci vuole tanta soluzione per raggiungere il livello minimo; al limite si potrebbe fare una soluzione meno concentrata e poi farlo diventare monouso, anche se ho dei dubbi sulla reale fattibilità visto che una quantità minima di chimico sotto la quale non è consentito scendere ci vuole sempre.
E poi alla fine mi becco comunque le esalazioni di fissaggio :blink: ma questo a quanto leggo in giro è inevitabile. Ho intenzione comunque di usare delle lastre di cartone/polistirolo per coprire le bacinelle durante i periodi di inattività del processo (intendo i tempi morti tra una stampa e l'altra).





Oltre all'aspiratore potrebbe essere utile - se hai spazio in bagno - esaminare l'acquisto di un processore rotativo Jobo, con il quale puoi sviluppare pure la carta. Pare che l'agitazione continua non sia ideale per il bianconero ma potrebbe essere un'occasione per provare anche lo sviluppo colore, una volta che hai fatto l'investimento (ti partono circa €300).


La Jobo ce l'ho ma non ha molto senso stamparci il BN perchè così facendo si perderebbe il "bello" della CO cioè vedere comparire l'immagine sotto gli occhi ed eventualmente interrompere il bagno qualora venga raggiunta la densità desiderata, operazione molto complessa se non impossibile da fare utilizzando una tank.
Al limite si potrebbero fare sviluppo e stop in bacinella e fissaggio in tank, ma a quel punto non ho più lo spazio necessario per piazzare sia il processore che due bacinelle.