PDA

View Full Version : Sviluppo per carta in bacinella :controllo della temperatura



Roberto
07-08-2011, 01:09 PM
Parlando del bagno di sviluppo per stampe, voi come vi comportate con la temperatura? Cercate di controllarla più o meno oppure usate la valutazione dei grigi come insegna il buon AA per calcolare il tempo di sviluppo al volo?

photo8x10
07-09-2011, 02:47 AM
Personalmente cerco di avere i chimici più o meno a temperature giuste, cosa che d'estate è molto più complicata,a volte uso il sistema che dici, ma usando una carta un'pò particolare(il tempo di sviluppo completo è di solo un minuto) non ho grandissime differenze in toni, comunque controllo bene la prima stampa prova finita...

chromemax
07-09-2011, 06:30 AM
Ho installato un condizionatore in camera oscura e mi affido alla temperatura ambiente. Prima della sessione di stampa scaldo o raffreddo alla temperatura giusta le bottiglie con dentro le soluzioni, e nel frattempo climatizzo la camera oscura col condizionatore. Durante la sessione di stampa non controllo più i bagni ma ogni tanto butto un occhio al termometro che misura la temperatura ambiente.
In inverno tratto a 20°, in estate a 24°.
In inverno uso dei tappetini riscaldanti sotto la bacinella dello sviluppo per mantenerlo più caldo (intorno ai 24°) e rendere più attiva la glicina dell'Ansco 130, che è il mio sviluppo standard per la stampa.

Roberto
07-09-2011, 08:01 AM
Io mi trovo 26.5°C , un pò tanto. E d'altro canto non è facile tirarla giù .
Con PQ universal dil. 1+9 e carta baritata mi trovo 1 minuto di sviluppo.... un pò troppo veloce. La prossima volta magari provo a diluire 1+19 per avere dei tempi un pò più lunghi e quindi evitare delle disuniformità di sviluppo.

chromemax
07-09-2011, 08:27 AM
A parte il disagio di trovarsi in un luogo chiuso con temperature tropicali, puoi provare a usare il bagnomaria con una bacinella più grande riempita d'acqua e raffreddata con qualche cubetto di ghiaccio o le tavolette blu per borse termiche, ne fanno di dimensioni piccole che permettono un controllo del raffreddamento un po' più preciso. Quando la temperatura comincia a risalire aggiungi un po' di ghiaccio o sostituisci la tavoletta.
Esistono anche dei raffreddatori da laboratorio ma imho la spesa non vale la candela.

Renato Tonelli
07-10-2011, 11:41 PM
La compagnia britannica RH Designs offre un sistema che tiene conto della temperatura nella bacinella dello sviluppo; quando la temperatura e' sotto o sopra i 20C, il timer rallenta o aumena i tempi. La vecchia Zone VI americana offriva questo sistema che uso da diversi anni.

Roberto
07-11-2011, 03:04 PM
La compagnia britannica RH Designs offre un sistema che tiene conto della temperatura nella bacinella dello sviluppo; quando la temperatura e' sotto o sopra i 20C, il timer rallenta o aumena i tempi. La vecchia Zone VI americana offriva questo sistema che uso da diversi anni.

Interessante, però per il momento dovrò ripiegare al sistema con bagnomaria ... di sicuro comunque in questi giorni è meglio il metodo dell' "astensione" viste le temperature in pianura padana!!

zone
07-11-2011, 06:30 PM
chromemax, dove hai trovato i tappetini riscaldanti ? Hai foto o link ? Puoi darmi qualche delucidazione?
Grazie!