Switch to English Language Passer en langue franšaise Omschakelen naar Nederlandse Taal Wechseln Sie zu deutschen Sprache Passa alla lingua italiana
Members: 70,972   Posts: 1,558,692   Online: 852
      
Results 1 to 3 of 3
  1. #1
    Roberto's Avatar
    Join Date
    Apr 2006
    Location
    Ferrara, Italy
    Shooter
    Multi Format
    Posts
    84

    Marginatore Dunco: domanda su regolazione

    Non so se qualcuno di voi possiede un marginatore Dunco; in ogni caso volevo chiedervi, come procedete per la regolazione delle lame?
    Capita anche a voi di dovere usare natro adesivo per bloccarle a vicenda visto che la loro lunghezza non consente un movimento perfettamente perpendicolare al telaio.


  2. #2

    Join Date
    Aug 2009
    Location
    Monza e della Brianza
    Shooter
    Multi Format
    Posts
    27
    Ho 3 marginatori (uno solo Ŕ Dunco) e nessuno ha le lame perfettamente perpendicolari al telaio. Generalmente uso il marginatore per tenere ben piatta la carta e non tanto per generare dei margini visibili (a questi ci penserÓ l'eventuale passepartout), quindi regolo le lame su un foglio bianco con delle righe di riferimento. Per correggere eventuali mancanze di perpendicolairtÓ di solito forzo un po' la lama fino a farla combaciare con la linea di riferimento tracciata sul foglio. Quello che mi fa impazzire del Dunco comunque Ŕ il sistema barbaro dei "pirolini" per posizionare la carta, una vera schifezza.

  3. #3
    Roberto's Avatar
    Join Date
    Apr 2006
    Location
    Ferrara, Italy
    Shooter
    Multi Format
    Posts
    84
    Quote Originally Posted by chromemax View Post
    Quello che mi fa impazzire del Dunco comunque Ŕ il sistema barbaro dei "pirolini" per posizionare la carta, una vera schifezza.
    Concordo. Tra l'altro i piolini, una volta posizionate le lame, tendono ad alzarle e quindi vanificare l'effetto appiattimento. A tale riguardo pensavo di preparare delle barre di metallo da "appoggiare" sopra le lame una volta eseguito il posizionamento. Tra scotch e pesi comunque, Ŕ veramente una cosa al limite del grottesco ma a quanto pare questi sono i marginatori migliori (mi chiedo come possano essere gli altri!).
    Dulcis in fundo, le lame sono in materiale plastico e quando alzo il telaio sfregano per qualche centimetro sul ripiano in formica caricandosi elettrostaticamente e generando un piccolo arco voltaico, che naturalmente non Ŕ proprio indicato per il materiale fotosensibile ...



 

APUG PARTNERS EQUALLY FUNDING OUR COMMUNITY:



Contact Us  |  Support Us!  |  Advertise  |  Site Terms  |  Archive  Ś   Search  |  Mobile Device Access  |  RSS  |  Facebook  |  Linkedin