Switch to English Language Passer en langue française Omschakelen naar Nederlandse Taal Wechseln Sie zu deutschen Sprache Passa alla lingua italiana
Members: 69,970   Posts: 1,523,529   Online: 852
      
Results 1 to 6 of 6
  1. #1
    Roberto's Avatar
    Join Date
    Apr 2006
    Location
    Ferrara, Italy
    Shooter
    Multi Format
    Posts
    83

    Formato quadrato "magico"

    Trovo il formato quadrato veramente speciale. Non facile da maneggiare e gestire per carità, penso ci voglia tempo per riuscire ad assimilarlo ed a domarlo a dovere, però capace di trasferire forti sensazioni agli osservatori.
    Anche la sinergia tra bianco e nero e quadrato è molto interessante e tutto sommato, singolare: non so perchè ma li trovo quasi indissolubilmente legati. Fatico a trovare composizioni quadrate a colori che mi impressionino (ce ne sono per carità, un esempio su tutti Charlie Waite) e questo pensandoci bene potrebbe essere legato alla capacità del quadrato di enfatizzare i grafismi e le forme tipiche del bianco e nero.
    Questo alone di mistero rende il tutto molto affascinante ....

  2. #2
    shortstop's Avatar
    Join Date
    Nov 2013
    Posts
    6
    Ciao Roberto,
    Molti sostengono che il medio formato ideale sia il 6x7 (che poi in realtá ė un 56x70 mm). Il ragionamento si fonderebbe sul fatto che le carte rettangolari sono meglio sfruttabili e che in realtà il 6x6 (56x56 mm effettivi) alla fine sia un 4,5x6. Errore secondo me. Quasi sempre stampo il formato quadrato...quadrato, senza perdita di informazioni del negativo. Trovo anche molto bello lasciare alla base della stampa un margine più spesso alla base. Spreco di carta? Bah.
    Vedo semmai un aumento di superficie del negativo nel 6x9 (56x90) tanto da essere quasi un grande formato. Non ho una 6 x9. Possiedo anche una linhof 4x5 pollici che dà tutte le soddisfazioni del grande formato, ma vorrei avere un 6x9 folding da portare sempre con me.
    Immagino tu conosca Vivian Maier e le foto che ha fatto con la Roleiflex sono e non avrebbero potuto che essere quadrate.
    Il 75 Planar che ho sulla mia Rolleiflex 3,5F corrisponde ad un 42 mm, che è il vero normale del 35 mm, ma è in realtà più grandangolare di un 42 mm sul 135, perché il 24x36 ha un lato corto ed il formato quadrato ha il lato verticale che sfrutta completamente la copertura del 75mm e quindi raccoglie più ambiente circostante il soggetto principale. Ecco perché, almeno secondo me, quando guardi le foto in 6x6 ti sembra di essere lí sul posto in cui sono state scattate. Un po' per via della maggiore qualitá dell' immagine legata al fatto di usare un negativo molto più ampio del 35mm un po' per il motivo di cui sopra.
    Sono idee strane le mie? Forse.
    Antonio

  3. #3
    Roberto's Avatar
    Join Date
    Apr 2006
    Location
    Ferrara, Italy
    Shooter
    Multi Format
    Posts
    83
    Ciao Antonio,
    sicuramente i motivi che hai elencato sono tra quelli che rendono il quadrato speciale, tra l'altro forse proprio per ciò che dici noto meno bisogno di grandangolari in Hasselblad (molti si fermano alla focale di 50mm che in "teoria" corrisponderebbe solo ad un 28 in 35mm)
    Penso però ci sia dell'altro più legato alla geometria; il quadrato trasmette un certo senso di serenità dovuto alla simmetria (e al fatto che ad un quadrato può circoscrivere perfettamente un cerchio) e come tale non trasmette "tensioni" dinamiche, come ad esempio il 24x36 ; la neutralità del quadrato secondo me enfatizza i vettori grafici del contenuto, che non sono così "imprigionati" da una cornice non neutra.
    In poche parole, quando osservo una fotografia quadrata mi perdo nell'osservare il soggetto senza distrazioni....lo scruto con maggiore attenzione.. lo apprezzo di più insomma. A volte addirittura trovo belli dei soggetti che in altri formati non lo sarebbero.
    E poi, trovo molto potenti i ritratti in quadrato. Forse perchè il quadrato circoscrive subliminalmente un cerchio che a sua volta richiama la forma del viso e degli occhi? Non lo so, e forse è "magico" proprio perchè non c'è una spiegazione razionale..
    Roberto

  4. #4
    shortstop's Avatar
    Join Date
    Nov 2013
    Posts
    6
    "secondo me enfatizza i vettori grafici del contenuto, che non sono così "imprigionati" da una cornice non neutra".

    Ad una prima lettura non capivo cosa intendessi, poi, proprio pensando alle foto quadrate, ho decifrato le tue parole e... complimenti. Io Sono di quelli che non sopportano frasi dette tanto per riempirsi la bocca (tipiche dei critici d'arte, che debbono per forza dire qualcosa, quando non c'è un bel niente da dire). Ad una prima lettura di quanto affermavi, solo per la mia incapacità iniziale di cogliere il senso della tua frase, ho avuto un attimo di dubbio e perplessità. Poi mi si è illuminata la mente. Razionalizzare il perché del bello a volte porta ad un impoverimento della sensazione che si prova a guardare un'opera d'arte, ma stavolta ci hai preso in pieno.
    Non tutto si puó spiegare, ma hai messo un bel tassello nel mosaico dei perché il formato quadrato sia cosí affascinante.
    È verissimo che il rettangolo "costringe". Infatti è nel formato rettangolare che emergono delle regole (dei terzi, bla, bla). Nel formato quadrato è sufficiente provare a spostare un po' il mirino nella scena inquadrata e magicamente si trova l'equilibrio. C'è un'immediata ambientazione della scena.
    Fra l'altro una riprova del fascino quadrato sta nelle varie app fotografiche per smartphone: l'immagine è quasi sempre quadrata. Io spesso fotografo la stessa scena con l'iphone con l'app installata di serie (Fotocamera) e poi con Hipstamatic: risultati molto più interessanti con quest'ultima (che a dire il vero introduce anche delle elaborazioni precostituite).
    Che dire? W il 6x6! (ed aggiungerei il 6x9).
    W gli anni '50, in cui questi formati conobbero momenti gloriosi ed erano semplicemente affiancati dal 35mm non sostituiti quasi completamente come avvenne poi.
    Saluti,

    Antonio

  5. #5
    shortstop's Avatar
    Join Date
    Nov 2013
    Posts
    6
    Nel precedente messaggio le lettere accentate sono state trasformate dal software in raggruppamenti di lettere e numeri. Penso che con un minimo di immaginazione si capisca lo stesso
    Antonio

  6. #6
    Roberto's Avatar
    Join Date
    Apr 2006
    Location
    Ferrara, Italy
    Shooter
    Multi Format
    Posts
    83
    Sì Antonio, tutto comprensibile con minimo sforzo nonostante i caratteri
    Sono d'accordo, cercare di razionalizzare porta ad impoverire il valore aggiunto artistico per cui... mi fermo qui...W il 6x6 e W il bianco e nero analogico l!!!



 

APUG PARTNERS EQUALLY FUNDING OUR COMMUNITY:



Contact Us  |  Support Us!  |  Advertise  |  Site Terms  |  Archive  —   Search  |  Mobile Device Access  |  RSS  |  Facebook  |  Linkedin