Switch to English Language Passer en langue franšaise Omschakelen naar Nederlandse Taal Wechseln Sie zu deutschen Sprache Passa alla lingua italiana
Members: 70,557   Posts: 1,545,134   Online: 1084
      
Results 1 to 1 of 1
  1. #1
    Roberto's Avatar
    Join Date
    Apr 2006
    Location
    Ferrara, Italy
    Shooter
    Multi Format
    Posts
    84

    Consegnato.com r.i.p. ?

    Come forse alcuni di voi sanno, consegnato.com Ŕ una specie di "fermo posta" negli USA tramite il quale farsi inoltrare le merci a casa. E' innegabile che offriva notevoli vantaggi economici.

    Dopo averlo studiato per benino sono riuscito a capire come, con tutta probabilitÓ il giochino del "loophole" funzionava. Dico "funzionava" perchŔ il giocattolino si Ŕ rotto, e in maniera piuttosto fragorosa.
    I pi¨ attenti utilizzatori di questo servizio avranno notato che, inizialmente i carichi partivano da Miami alla volta di Amsterdam e poi, alla volta di Londra con un altro volo per poi con un ulteriore volo approdare finalmente a Milano.
    Questo schema Ŕ andato avanti per lungo tempo senza troppi problemi.
    Ad un certo punto, e i motivi non sono certo io a conoscerli (forse aumentare la marginalitÓ oppure l'ostilitÓ della dogana olandese), i voli da Miami hanno cominciato ad arrivare direttamente a Londra, saltando il passaggio olandese.
    Ed Ŕ successo il primo inghippo, col volo del 30/12 (che guarda caso Ŕ arrivato in UK nel 2012) che Ŕ stato bloccato e, incredibilmente dopo 4 mesi ancora lo Ŕ (pensate se uno di noi acesse avuto una bella Ebony 8x10 su quel cargo!). Consegnato.com non ha ne ha mai dichiarato ufficialmente i reali motivi, sta di fatto che hanno continuato imperterriti a svolgere i loro servizi come nulla fosse accaduto.
    Poi, il volo del 25/2 Ŕ stato a sua volta bloccato con migliaia di pacchi a bordo per 1 mese ed Ŕ stato rilasciato solo dopo che Ŕ stato corrisposto, alla dogana inglese, il 20% del valore reale dichiarato.

    Incredibimente e nonostante questi intoppi questi signori hanno continuato ugualmente coi voli.

    Gli inglesi per˛ non scherzano e gli hanno bloccato pure il volo del 12/3 ... a oggi ancora bloccato e a fare compagnia a quello del 30/12/2011 da 4 mesi fermo in dogana!

    A questo punto, con il blog del loro sito e la pagina facebook subissata di proteste ed insulti,l'hanno finalmente capita e hanno sospeso temporaneamente il servizio (io spero per sempre, in tutta franchezza). Naturalmente hanno chiuso d'imperio il blog del loro sito e la pagina facebook per tentare di protegge il pochissimo business rimasto.

    In giro in rete si dice che il sistema si reggesse sul fatto che veniva prodotta una fattura di accompagnamento "creativa" tale per cui il valore dei singoli colli rimanesse sotto la franchigia minima della dogana inglese.

    Niente loopholes, niente giochini legali "non documentati", semplicemente dichiarazioni "fantasiose" che loro stessi - e in loro piena responsabilitÓ- si ipotizza facessero.

    Ma le dogane non hanno l'anello al naso e il giocattolino si Ŕ rotto.

    Quindi, cari amici, vi consiglio caldamente di non usare ancora questo servizio se tenete alle vostre merci, usatene altri, pagate gli oneri doganali e dormite sonni tranquilli.

    Se volete provare altri servizi ci sono la giÓ citata http://www.myus.com e http://www.viaddress.com/ (che per˛ non ho mai provato), con i quali ovviamente si pagano gli oneri doganali italiani, ma che consentono di aggirare il problema di quelle ditte che non spediscono in Italia.
    Last edited by Roberto; 04-15-2012 at 12:16 PM. Click to view previous post history.



 

APUG PARTNERS EQUALLY FUNDING OUR COMMUNITY:



Contact Us  |  Support Us!  |  Advertise  |  Site Terms  |  Archive  Ś   Search  |  Mobile Device Access  |  RSS  |  Facebook  |  Linkedin