Al momento mi limito allo sviluppo, uso i chimici in diluizione monouso, e non ho problemi di puzza, si sente qualcosa ma fa parte delle regole del gioco. Io preparo la chimica, faccio una o due sviluppate, e poi butto tutto. Se fai cambiare aria e tieni le bacinelle in terrazzo il problema è risolto.

[Con il nuovo kit Rollei C-41 invece sono costretto a riusare sbianca e fissaggio. Ho comprato delle bottiglie ermetiche per questo uso. In effetti dovrei fare lo stesso anche con i chimici E-6 visto che sbianca e fissaggio dovrebbero avere capacità doppia rispetto agli altri bagni. Un paio di bottiglie ermetiche le ho.]

Non ho idea di quanto sia praticabile la soluzione monouso con le carte, ma indagherei in quella direzione. Prepari chimica più diluita, oppure in volume minore come nel caso dei processori rotativi, la "sfrutti al massimo" e la butti subito.

Non ho mai stampato e quindi non ho mai usato i chimici in bacinelle aperte.

Oltre all'aspiratore potrebbe essere utile - se hai spazio in bagno - esaminare l'acquisto di un processore rotativo Jobo, con il quale puoi sviluppare pure la carta. Pare che l'agitazione continua non sia ideale per il bianconero ma potrebbe essere un'occasione per provare anche lo sviluppo colore, una volta che hai fatto l'investimento (ti partono circa €300).

I vapori di quella roba sono tossici, l'aspiratore è fondamentale se usi bacinelle aperte. Non mi preoccuperei troppo della tossicità della "micropuzza" che rimane nel bagno dopo aver smantellato la camera oscura. I fissaggi meno puzzolenti sono certo migliori per i rapporti familiari